#INASCOLTO DI CENTINAROLA

Quello di Centinarola è stato un incontro pieno di energia positiva dove una cittadinanza molto attiva ha dialogato a lungo con Marta Ruggeri, Hadar Omiccioli e Giovanni Fontana sulle molteplici criticità della zona.
Centinarola è un quartiere che in fatto di servizi è carente: non c’è un centro civico che possa fare da punto di riferimento per i giovani; non ci sono più né scuole né asili; ci sono grossi problemi in tema di viabilità e la zona è priva di parcheggi; Via della Selva versa in condizioni pietose per via delle buche; non esistono piste ciclabili; in altre parole, a detta degli intervenuti, Centinarola è un quartiere di serie B.
Le predette istanze sono state utili per perfezionare il programma elettorale del M5S fanese, presentato ufficialmente il 9 febbraio. A dimostrazione che la partecipazione attiva dei cittadini è fondamentale in democrazia, Marta Ruggeri ha assicurato che cambierà il modo di fare politica e introdurrà strumenti di confronto diretto come il bilancio partecipativo e l’interrogazione diretta in Consiglio comunale per assecondare per quanto possibile le esigenze della cittadinanza. Sì è parlato a lungo di sanità e di Aset convenendo con i presenti che occorre potenziare il Santa Croce, ospedale pubblico, contrastando il progetto dell’ospedale unico e della clinica privata e che Aset debba anch’essa rimanere pubblica contro le mire espansionistiche di Marche Multiservizi.
Un sentito ringraziamento ai cittadini di Centinarola per la partecipazione e per aver contribuito concretamente al completamento del programma per le prossime elezioni amministrative.

Marta Ruggeri
Candidata sindaca del M5S di Fano