IN ASCOLTO DEL CARNEVALE

La candidata sindaca Marta Ruggeri, accompagnata dal collega Giovanni Fontana, ha incontrato il direttivo della Carnevalesca, guidato dalla presidente Maria Flora Giammarioli, e i maestri carristi presso i capannoni dei carri di Carnevale.

L’incontro si è aperto con la presentazione di alcuni punti del programma per le prossime amministrative riguardanti questa manifestazione. Innanzitutto Ruggeri ha ribadito la volontà di concentrare gran parte delle risorse economiche e organizzative sulle manifestazioni, come il Carnevale e la Fano dei Cesari (che dovrebbero trovare e sviluppare un filo conduttore comune come potrebbe essere quello del travestimento), che partecipano alla formazione dell’identità stessa di Fano, rifacendosi alle sue radici storiche, e possono attribuire alla città la visibilità che merita sul piano nazionale e internazionale. Per la radicata tradizione storica, culturale e popolare legata a questo evento, si promuoverà la richiesta per ottenere il patrocinio UNESCO. La città andrà resa città del Carnevale tutto l’anno attraverso un tavolo di concertazione guidato dall’amministrazione in cui partecipino nelle scelte tutti gli operatori culturali e turistici cittadini con la finalità di sviluppare questa manifestazione come si merita, sensibilizzando gli esercenti, albergatori, cittadini a partecipare alla trasformazione di Fano come città in maschera non solo nelle tre settimane invernali e attraverso la destagionalizzazione dell’evento con la creazione di pacchetti promozionali appositi indirizzati a studenti e adulti che vogliano fare turismo esperienziale che contengano percorsi di visita ai capannoni dei carri, al progettato museo, attivando finalmente una scuola di maestri carristi con laboratori fruibili anche e soprattutto dai bambini. Verrà bandito un grande concorso per la creazione di una installazione dedicata alla tradizione del Carnevale abbinandoci una raccolta fondi on line e piccoli concorsi per premiare le vetrine con i migliori allestimenti carnascialeschi. Ristrutturando la passeggiata di Sassonia, bisognerà prevedere il passaggio di carichi ingombranti come barche o carri di Carnevale, per permettere che in estate si torni a realizzare la manifestazione lungomare.

Dal canto loro i maestri carristi principalmente hanno richiesto maggiore attenzione da parte dell’amministrazione, hanno lamentato la mancanza di spazi adeguati per svolgere il loro lavoro con la richiesta della realizzazione di almeno uno o due nuovi capannoni adiacenti, certezze di finanziamenti pubblici che dovrebbero essere più importante se si crede al rilancio della manifestazione per la necessità di non perdere le maestranze cittadine che altrimenti si spostano fuori città con la probabilità di non tornare se non trovano qui occupazione stabile e di realizzare i carri nuovi tutti gli anni per offrire a cittadini e turisti uno spettacolo di qualità.

Comune la sensibilità di ritenere la manifestazione un volano anche economico per tutta la città.

Movimento 5 Stelle Fano