PARTECIPAZIONE

Con Marta Ruggeri sindaca, Fano si cura di sé innanzitutto sul piano politico, ponendo il cittadino costantemente al centro dell’azione dell’amministrazione comunale. A partire dalla partecipazione politica, secondo la cifra di un movimento di cittadini, culturalmente liberi, nato per togliere dalla gestione della cosa pubblica le incrostazioni di potere della casta e delle lobby e per recuperare, con entusiasmo ed energia, nell’azione di governo l’interesse generale, frutto di un genuino confronto democratico.

1.1 Il cittadino al centro

Con questo approccio, la giunta della sindaca Marta Ruggeri presterà una costante attenzione verso le esigenze dei cittadini e le loro istanze. Sarà aperto un canale di comunicazione diretto scriviallatuasindaca@ e verrà osservato il giorno del cittadino, diversificato nella settimana per assessorati, per ricevere direttamente in Municipio i fanesi che avranno problemi, necessità e urgenze da sottoporre all’amministrazione comunale.

Saranno sviluppate forme di consultazione e interazione innovative attraverso i social network e le applicazioni tecnologiche, oltre a procedere all’organizzazione e all’effettiva convocazione delle consulte con i soggetti sociali interessati ai vari settori di intervento dell’amministrazione comunale. Verrà valorizzato il confronto diretto e online con i cittadini su problemi e progetti di particolare impatto sociale attraverso le assemblee pubbliche e il sito web istituzionale del Comune.

Una grande cura sarà riservata al coinvolgimento del consiglio comunale delle bambine e dei bambini nell’attività amministrativa.

Momento centrale dell’interlocuzione dei fanesi con le istituzioni civiche sarà l’interrogazione del cittadino (question time), alla quale verrà dedicata la fase iniziale di tutte le convocazioni del consiglio comunale, perché ogni fanese possa rappresentare proposte e richieste di chiarimenti per avere una risposta diretta della giunta. Sarà promossa la partecipazione dei cittadini al consiglio comunale, anche divulgando la conoscenza della sua attività attraverso la pubblicazione di resoconti che rendano agevole la consultazione delle registrazioni online, al fine di valorizzare la funzione dell’assemblea elettiva come snodo pubblico fondamentale dell’azione amministrativa e occasione di verifica dell’operato degli eletti. Verranno rese pubbliche anche le convocazioni delle commissioni consiliari al fine di incentivare la partecipazione dei fanesi.

La partecipazione dei cittadini alla vita amministrativa sarà sviluppata con metodo e coerenza da parte dell’amministrazione comunale, adottando un’adeguata regolamentazione. Tre i piani sui quali sarà organizzata in appropriati luoghi fisici: quello di settore, coinvolgendo ai tavoli di confronto o nelle consulte da convocare in Municipio gli attori sociali e i portatori di interesse singoli o associati nelle rispettive aree di governo della città; quello territoriale, attinente agli interventi da realizzare in aree delimitate del comune: quartieri, frazioni o zone rurali, che dovrà prevedere punti di ascolto e confronto nel territorio sia nella fase della proposta che in quella esecutiva; quello di ambito generale, che riguarderà gli atti deliberativi ed esecutivi di interesse per tutta per tutta la cittadinanza, che si potrà svolgere in spazi urbani adeguati per capienza e logistica.

1.2 Il bilancio partecipativo

Passaggio fondamentale dell’azione amministrativa sarà il bilancio partecipativo, che promuoverà una sistematica consultazione popolare sulle scelte dell’amministrazione comunale e assegnerà una quota delle risorse alle priorità segnalate dai cittadini per ogni quartiere. Per tale spesa sarà utilizzata una quota rilevante delle risorse derivanti dall’utilizzo dei fondi dell’avanzo di amministrazione, liberati dal provvedimento del Ministero dell’Economia e Finanze del settembre 2018,

Verrà facilitata la promozione del referendum comunale consultivo, riducendo l’anacronistico quorum oggi vigente, della metà più uno degli elettori, al 25% del corpo elettorale.

1.3 La trasparenza

All’insegna della trasparenza, tutta la documentazione relativa a determine, delibere, spese, incarichi e appalti verrà resa disponibile online secondo modalità agevolate rispetto a quelle attuali. Particolare pubblicità sarà riservata alla gestione degli spazi pubblici monumentali, affidata sempre previo bando.

Per favorire la partecipazione dei cittadini e l’attività di verifica e controllo sull’operato degli amministratori comunali, con la sindaca Marta Ruggeri il Comune di Fano aderirà, tra i primi in Italia, alla piattaforma web nazionale Openmunicipio, che realizza una forma aperta di governo della città. La piattaforma rende disponibile in tempo reale e storicamente tutti i dati e i documenti delle amministrazioni comunali aderenti. I cittadini possono conoscere, commentare e votare gli atti, seguire i politici, gli argomenti e il territorio. In questo modo si realizza una trasparenza effettiva, un dibattito pubblico e una collaborazione tra chi ha la responsabilità di governare e chi ha il diritto di sapere, partecipare e verificare.

La giunta della sindaca Marta Ruggeri, inoltre, provvederà a fornire un progressivo resoconto ai cittadini, nelle forme assembleare e online, sull’attuazione del programma di governo.